Vola, Carrero Blanco, vola!

C’é chi dice sia stato il primo astronauta spagnolo a salire in orbita, chi lo ricorda come l’atleta che stabilì il record mondiale tuttora imbattuto di salto in alto con l’auto, chi invece ne parla come colui che, stanco di fare l’ammiraglio della marina, si improvvisò aviatore in maniera oltremodo insolita e rocambolesca. A questo punto i/le lettori/trici più attenti e preparati avranno giá capito di chi sto parlando.

A chi pensasse che quanto ho scritto sopra sia crudele o perlomeno di cattivo gusto di fronte alla morte improvvisa e violenta di un essere umano, vorrei ricordare (o raccontare per la prima volta) un paio di cose. Luis Carrero Blanco, ucciso in un attentato dell’ETA il 20 Dicembre 1973 a Madrid, fu tra quegli ufficiali dell’esercito che nel 1934 repressero nel sangue la rivolta dei minatori delle Asturie, gli stessi ufficiali che nel ’36, Francisco Franco in testa, si sollevarono contro la Repubblica Spagnola. Seguace e ammiratore indefesso del dittatore Franco, Carrero Blanco fu uno dei suoi uomini più fedeli, quello che, al culmine di una lunga carriera di boia e persecutore (si dice che assistesse personalmente alle torture inflitte ai detenuti politici durante gli interrogatori), venne nominato dall’ormai anziano caudillo come suo successore, l’unico in grado di mantenere insieme le diverse componenti del franchismo, l’unico capace di dare continuità alla dittatura. Ma ecco che un evento inaspettato, seppure non pone subito fine al fascismo in Spagna, almeno ne fa tremare le fondamenta, che non reggeranno ancora a lungo. Il 20 Dicembre 1973 è un giorno difficile da dimenticare per i/le tanti/e che in Spagna hanno perso i propri cari per mano della repressione governativa, per chi è in galera, per gli operai e gli studenti che organizzavano scioperi e manifestazioni allora proibite e punite in modo durissimo, per quelli costretti alla clandestinità, un giorno nel quale tutte queste persone esultarono, insieme a moltissime altre in giro per il mondo, nel sapere che l’ammiraglio aveva tirato le cuoia.

Sull’ETA ci sarebbe tanto da dire. Non si dovrebbe dimenticare che L’ETA che combattè il franchismo non è necessariamente la stessa che continuò a piazzare autobombe ed ammazzare consiglieri comunali negli anni successivi alla dittatura, considerata anche la scissione che l’organizzazione subì nell’Ottobre del ’74 che vide l’abbandono della lotta armata da parte di molti etarra. Va ricordato che i baschi, senza nulla togliere agli altri abitanti dello Stato chiamato Spagna, sono quelli che durante la guerra civile ed il franchismo hanno sofferto di più: ma ciò giustifica l’uso del terrorismo da parte di alcuni di essi? E dove inizia e dove finisce la pratica terroristica? L’ETA ha certamente compiuto nella sua storia azioni ingiustificabili ed imperdonabili, ma se un gruppo armato piazza una bomba in un centro commerciale, telefona più volte per avvisare del pericolo ma ciò viene ignorato dalle autoritá che, consapevolmente, non evitano la morte di 21 persone ed il ferimento di altre 45, chi dobbiamo chiamare terrorista: solo chi ha piazzato la bomba come gesto dimostrativo, avvisando, oppure anche e soprattutto chi l’ha lasciata esplodere per calcolo politico? Ma soprattutto, si dovrebbe definire terrorismo anche un attentato mirato contro il vice di un dittatore? Ognuno potrà rispondere a queste domande secondo le proprie idee e la propria etica, senza però dimenticare le circostanze e le cause di certi gesti. Per quanto mi riguarda, quando penso al 20 Dicembre di 39 anni fa mi vengono prima di tutto in mente la cittá di Guernica rasa al suolo dai bombardamenti del 1937, le fucilazioni di prigionieri e prigioniere antifascisti che continuavano ancora 10 anni dopo la fine della guerra civile, le condanne a morte eseguite con la garrota, i figli dei rivoluzionari rapiti e adottati da famiglie di provata fede reazionaria e ancora l’ottusità, l’obbedienza, la vigliaccheria, l’indifferenza, i baciapile, il silenzio, squarciato infine da una tremenda esplosione. Un atto liberatorio, in fondo, in un tempo ed in un luogo che non offrivano alternative.

7 thoughts on “Vola, Carrero Blanco, vola!

  1. NON C’ENTRA NULLA CON CARRERO BLANCO: MA HAI VISTO CHE QUELLA MERDA DI “ALBA DORATA” E’ SBARCATA IN ITALIA??
    E GIA’ SI DICE CHE RUBERA’ I VOTI DI GRILLO E DEL M5 STELLE….MA CAZZO, COME SI FA A VOTARE TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO? A PARTE LA STUPIDITA’ L’INUTILITA’ DEL VOTO, SE ANCHE VALESSE QUALCOSA COME FA UN ESSERE UMANO DOTATO DI INTELLETTO A PENSARE DI VOTARE GRILLO, CHE MI SEMBRA NON SIA OMOFOBO E CONTRARIO ALL’IMMIGRAZIONE E POI PASSARE AD ALBA DORATA?

    ….GLI “UMANI” MI SCONCERTANO E MI DELUDONO SEMPRE PIU’…..MEJO LI CANI….

  2. Ciao Angela! In realtà il Mov5Stelle ha più volte fatto discorsi parecchio affini a quelli dell’estrema destra, quando si è parlato di immigrazione e diritti degli immigrati. E questo sia a livello “nazionale” (il blog di Grillo che ogni tanto, tra le righe, lancia la frecciatina securitaria contro i rom stuprabambini e i negri che rubano) sia a livello locale nelle varie amministrazioni o realtà nelle quali il “non-partito” è presente. A Bologna i 5Stelle hanno persino fiancheggiato CasaPound dopo che questa è stata attaccata da tre compagni: i 5stellini, in nome di una stronzissima “condanna di ogni violenza” (non pervengono condanne indignate della violenza che sistematicamente l’estrema destra attua contro [email protected] e movimenti), hanno preso le parti di CasaPound! Qui tutto il fatto: http://www.contropiano.org/it/news-politica/item/13253-bologna-grillini-con-casapound-l%E2%80%99ingenuit%C3%A0-e-la-colpa

    Quindi diciamo che potenzialmente l’elettore di Alba Dorata e di Grillo è lo stesso, è quello che vuole “il nuovo” che gli dà la “sicurezza”, le garanzie sulla tutela della proprietà in cambio dei sacrifici, che gli dà un’autorità forte a cui riferirsi…
    A me fanno schifo tutti. Dici bene tu che non c’è cosa più stupida dell’andare a votare; era stupido ieri, lo è ancora di più oggi.

    Tornando all’argomento del post, sempre segnalabile questo testo: http://www.edizionianarchismo.net/2008/03/operazione-ogro-come-e-perche-abbiamo.html che contiene tutti i documenti e la descrizione dell’Operazione Ogro.
    Comunque porgo i miei saluti a Carrero Blanco, evidentemente un fan di Superman, che tentò di emulare il suo eroe nell’audace impresa del volo… Più funzionari volanti!

  3. Sul Grillo e il suo M5S ho scritto da poco un articolo che non ho ancora postato, lo farò presto e ti consiglio di leggerlo perchè contiene anche diversi link che dimostrano come questo sia tutt’altro che favorevole all’immigrazione. Certo, Alba Dorata è un’altra cosa, l’ho scritto anche nell’articolo, ma allora come mai il M5S ha recuperato ad esempio molti voti leghisti? A volte non ci sono scelte ideologiche precise dietro il voto ad un partito, bensì l’ignoranza, l’illusione di poter cambiare da parte di gente manipolabile e in fondo inconsapevole. In ogni caso Alba Dorata nello specifico è un fenomeno greco, l’Italia ha già le sue formazioni di estrema destra e se quelle non hanno avuto particolare successo finora (a parte la Lega ai suoi tempi) non è perchè la gente non sia reazionaria, ma perchè queste formazioni non vengono prese troppo sul serio e sono tra loro divise, non riescono a incidere e convincere- e meno male, ‘chè al peggio non c’è mai fine!

  4. Jacob: Commento eccellente, scusa se è rimasto così tanto tempo in moderazione prima che lo approvassi, ma purtroppo tutti i commenti rimangono nascosti nel limbo finchè non li approvo (e finora li ho approvati tutti, a parte lo spam pubblicitario), il tuo non lo avevo proprio visto!

  5. Certo, Alba Dorata è un’altra cosa, l’ho scritto anche nell’articolo, ma allora come mai il M5S ha recuperato ad esempio molti voti leghisti? A volte non ci sono scelte ideologiche precise dietro il voto ad un partito, bensì l’ignoranza, l’illusione di poter cambiare da parte di gente manipolabile e in fondo inconsapevole. In ogni caso Alba Dorata nello specifico è un fenomeno greco, l’Italia ha già le sue formazioni di estrema destra e se quelle non hanno avuto particolare successo finora (a parte la Lega ai suoi tempi) non è perchè la gente non sia reazionaria, ma perchè queste formazioni non vengono prese troppo sul serio e sono tra loro divise, non riescono a incidere e convincere- e meno male, ‘chè al peggio non c’è mai fine!

    Meglio non si poteva esporre !
    sul mov5 stelle concordo, è difficile in questi tempi districarsi e non prendere abbagli vendendo lontano. Il mov5 stelle cavalca la tigre del rigetto della politica e tenta di riempire questo vuoto che si creato senza precisi riferimenti ideologici prendendo un pò a destra e manca. Per molti temi SEMBRA di sinistra ma per altri e a destra più che mai, come avete scritto riguardo l’immigrazione. Alla prova dei fatti sono curioso cosa combinerà in parlamento, anche se io o smesso di andare a votare e farmi prendere per i fondelli.. Buon 2013 a tuttu

  6. GRAZIE JACOB, MI HAI FORNITO DELLE NOTIZIE CHE ANCORA NON CONOSCEVO, IN QUESTO PERIODO HO UN FORTE DISGUSTO PER LE FACCENDE UMANE E POLITICHE….

    QUELLA DEI ROM STUPRABAMBINI POI….E’ UNA PERLA (DI VIGLIACCHERIA)…..

    CONSIGLIEREI COMUNQUE A TUTTI, PRIMA DI AVVICINARSI AD UN’URNA ELETTORALE, LA LETTURA DI “CECITA'” E DI “SAGGIO SULLA LUCIDITA’ DEL BUON SEPULVEDA…..LETTURA ILLUMINANTE, MA NON PER TUTTI….NON CERTO PER I DECEREBRATI CHE SI NUTRONO DELLE TV PUBBLICHE O PRIVATE CHE SIANO

    SONO SICURA CHE A MOLTI SI APRIRANNO GLI OCCHI E LA MENTE, E A TANTI PASSERA’ LA VOGLIA DI VOTARE…..

Leave a Reply

Your email address will not be published.