Come distruggere Venezia.

Venezia, antica e bellissima città, muore oggi di ciò di cui vive: turismo. Soprattutto di un certo tipo di turismo. Come se non bastassero il fenomeno dell’acqua alta e l’inquinamento provocato dal polo industriale di Porto Marghera, ora ci si mettono pure le Grandi Navi che attraversano numerose la laguna nella quale sorge la città più fragile d’Europa, provocando danni alle infrastrutture ed agli edifici ma soprattutto forte inquinamento, con tutte le conseguenti ricadute per la salute umana. Contro l’attraversamento della laguna veneziana da parte di queste enormi imbarcazioni turistiche è nato un comitato di base di cittadini che organizza da anni iniziative per richiamare l’attenzione sulle conseguenze che ricadono sulla città e i/le suoi/e abitanti. L’ultima iniziativa, una tre giorni di lotta dal 7 al 9 Giugno di quest’anno, ha visto la partecipatione di attivisti/e con delegazioni da tutta Italia e anche dall’estero, ed è culminata con una manifestazione sulla terraferma alla quale ne è seguita una in mare con dozzine di piccole imbarcazioni che hanno bloccato il traffico nella laguna.

La lotta contro le Grandi Navi a Venezia è una lotta per la difesa dell’ambiente, del patrimonio artistico e culturale, della salute umana e più in generale contro tutte le grandi opere inutili e dannose che pongono il profitto economico al di sopra di qualsiasi altra cosa.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*